Subscribe via RSS

La redazione di Sempre

By Riccardo Ghinelli
Una riunione di redazione a casa mia

Una riunione di redazione a casa mia

Il primo numero fu curato da roberto Soldati ed era ciclostilato. Per il secondo Giovannone cominciò ad introdurci nel mondo delle tipografia. Poi ha iniziato a uscire regolarmente quando Cesare Giorgetti se ne è preso la responsabilità e abbiamo cominciato a riunirci alla sera nelle case delle nostre neonate famiglie. Nella foto a destra quelli che possono considerarsi  i fondatori: Carla Celli, Giuliana Bertozzi, Vincenzo Vignali, Nino Barbaresi, Riccardo Ghinelli, Cesare Giorgetti e Irma Testa. Quando in Diocesi si iniziò ad uscire col giornale “Il Ponte” trovammo in don Giovanni Tonelli appoggio e collaborazione.

Nel 1985, o giù di lì, il giornale Sempre ebbe la sua prima stanza per la redazione. Era una stanza nella sede di via Tiberio.

Nino Barbaresi e Michele Marziani all'impaginazione

Nino Barbaresi e Michele Marziani all'impaginazione

Facevamo battere gli articoli a “Il Ponte” che ce li restituiva sotto forma di strisce da incollare sugli appositi fogli su cui era stampata la “gabbia”, ossia lo schema su cui dovevamo sistemare le colonne di testo, le fotografie e i titoli. Il lavoro di “taglia e incolla”  oggi si fa con pochi colpi di mouse al computer, ma allora richiedeva ore di forbici, colla e pazienza. Poi, sulla base delle bozze, a “Il Ponte” allestivano le pagine per la tipografia e dopo qualche giorno si procedeva con la spedizione.

Le diverse vesti di "Sempre" nei primi anni

Le diverse vesti di "Sempre" nei primi anni

Operazione laboriosa, perché dovevamo seguire scrupolosamente le istruzioni delle Poste e dividere i giornali in pacchia seconda delle destinazioni. Per non parlare delle etichette con gli indirizzi che venivano fotocopiate, tagliate e incollate a mano.

La Redazione parte con i suoi potenti mezzi

La Redazione parte con i suoi potenti mezzi

Post a Comment